lunedì 25 marzo 2013

sapevatelo! su panzaalvento channel


dice zerocalcare che l’accezione romana di ‘sti cazzi è l’unica, e figuriamoci se non sono d’accordo. 
peccato però che da quando io viva a milano e mi capiti di usarla (spessissimo, perché lo ‘sti cazzi è una forma mentis, una filosofia di vita, un manifesto programmatico) il più delle volte si ingenerino pericolosi equivoci, tanto più che lo 'sti cazzi è un concetto che viaggia di pari passo con quello del me cojoni, che da queste parti non gode di altrettanta popolarità (ed è un peccato). 
e allora, chiariamolo una volta per tutte, con un esempio pratico: 

- domani vado al mare 
- ‘sti cazzi (non me ne può fregare de meno) 

- domani vado al mare 
- me cojoni (beato te, se volevi farmi rosicare ci sei riuscito)

oh.

3 commenti:

  1. Utile questo post, anche perché il significato delle due espressioni mi sfuggiva e lo Zingarelli non è stato di aiuto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. quel che si dice un blog di servizio...

      Elimina
  2. Confermo l'utilità anche se il Grande Capo Estiqaatsi di Lillo e Greg mi aveva già messo sulla buona strada :-)

    RispondiElimina